Il Territorio

terr_ott2
terr_ott1

Il nome con cui è conosciuto da sempre il territorio della provincia di Foggia ‘Daunia’ deriva dall’eroe Dauno, figlio del re dell’Arcadia Licaone, che giunse in Puglia. Si tratta però di una tra più ipotesi, visto che molti fanno risalire la venuta di Dauno in questa zona all’epoca della guerra di Troia. Infatti, legata al mito è anche la vicenda di Diomede, eroe guerriero della guerra di Troia e inseparabile compagno di Ulisse che dalla natia Argo giunse in Daunia, dove fondò la città di Arpi, e andò in aiuto del re Dauno, che in cambio gli diede in sposa la figlia e in dote parte della Puglia. Diomede tenne per sé il Gargano e le Tremiti (chiamate anche Isole Diomedee), mentre Dauno prese la pianura e i monti.

terr_ott4

La cittadina di Torremaggiore è situata in Puglia nell’alta Daunia, ai piedi del Gargano. La storia di Torremaggiore è legata a quella del Monastero Terrae Maioris e al borgo medievale di Castel Fiorentino (o Fiorentino di Puglia), i cui ruderi si trovano in agro di Torremaggiore. Fiorentino, borgo bizantino di frontiera, fu rifondato a opera del catapano Basilio Boioannes intorno al 1018. In seguito, esso cadde sotto il controllo normanno, poi svevo, quindi angioino. Fiorentino è passato alla storia perché ha accolto l’imperatore Federico II, deceduto nella sua domus nel dicembre 1250. Il nome Torremaggiore prende spunto, molto probabilmente, dalla torre normanno-sveva che tuttora costituisce il nucleo più antico del Castello Ducale. Per cinque diversi secoli, la cittadina fu feudo della nobile famiglia de Sangro, principi di San Severo e duchi di Torremaggiore. Terra di conquista come tutto il Meridione, la provincia di Foggia ha visto avvicendarsi nel corso dei secoli diverse dominazioni, in primis furono i Greci, che si stabilirono in questo territorio nel primo millennio a.C..

terr_ott3

Oggi la Daunia è terra di uomini laboriosi, con spirito di sacrificio e attaccati alle tradizioni. L’ albero di ulivo è il simbolo della Daunia, un territorio ricco di storia e di paesaggi incantevoli. Nell‘area dauna si coltivano ulivi secolari che contraddistinguono l’ambiente incontaminato e particolarmente vocato di questa regione. La Daunia è tra le maggiori produttrici di olio extravergine di oliva, apprezzato ed esportato in altre zone dell’Italia e anche oltre confine.


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/oliodesa/public_html/wp-includes/functions.php on line 3525